Tenuta del XVII secolo a 50 km da Venezia
VENETO - PADOVA

A metà strada tra Padova e Venezia, sorge questa stupenda tenuta, unica nel suo genere, caratterizzata da quello che è stato considerato uno dei tre giardini storici all'italiana più belli d'Europa. Si estende su un'area di 15 ettari tra boschi e vigneti nel territorio dei Colli Euganei ed è costituita da 120.000 specie di piante oltre ad un complesso sistema di fontane perfettamente funzionanti. Tra gli altri elementi di spicco, il labirinto in siepe di bosso che si trova al suo interno lungo oltre 1.5 chilometri e le settanta statue, opera dello scultore Enrico Merengo, che arrichischino questo magnifico parco. La proprietà è stata edificata a metà del XVII secolo per volere della nobile famiglia veneziana Barbarigo, nella figura di Zuane Francesco Barbarigo e del primogenito di quest'ultimo Gregorio Barbarigo, Cardinale, Vescovo di Padova e futuro Santo.

L'incarico della costruzione venne affidato al celebre architetto e fontaniere pontificio Luigi Bernini. La storia racconta che la famiglia Barbarigo, nel 1631 si rifugiò in questo luogo, in quanto proprietaria delle terre, per sfuggire alla peste nera che affliggeva Venezia e qui Zuane Francesco Barbarigo promise a Dio che, se la sua famiglia fosse stata risparmiata, egli lo avrebbe omaggiato e glorificato attraverso l'edificazione di un'opera maestosa. La famiglia si salvò e, come promesso, venne creato il giardino tra il 1665-1696 quale simbolo spirituale e di meditazione. La famiglia Barbarigo elesse la tenuta a residenza estiva, in quanto all'epoca era possibile raggiungerla da Venezia in barca tramite un intricato sistema di canali.

Caratteristiche
Vani
56
Mq
Camere
Bagni
Posto auto
Parco
150.000 mq
Lati liberi
4
Anno di costruzione
1665
Posizione
Campagna

DISTANZE
Padova 22 km - Venezia 61 km - Verona 94 km - Bologna 104 km - Firenze 222 km - Aeroporto "Marco Polo" di Venezia 66 km - Aeroporto "Valerio Catullo" di Verona 102 km - Aeroporto "Milano Malpensa" 300 km

Trattativa Riservata